Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 maggio 2010 2 04 /05 /maggio /2010 08:40

 

 

 

 

 hanania.jpg

 

 

Umorismo palestinese: la sicurezza negli aeroporti del mondo intero

 Tour-israelo-palestinese-copia-1.jpg

Quando sono arrivato ai gabinetti dell'aereo c'era già qualcuno.

 

Non c'era segnato "occupato" sulla porta.

  

C'era invece scritto in inglese, in arabo ed in ebraico "zona di gabinetto contesa".

 

 

di Ray Hanania palestinese/americano

 

 

 

 

hananiaGulfNews.jpgQuando recito, mi vesto di nero.  

 

Non perché sia il codice di abbigliamento scelto cinicamente e per depressione dalla professione.  

 

Mi vesto di nero, perché frequento molto gli aeroporti.  

 

Oh! oramai non viaggio più. Come potete immaginarlo, la maggior parte dei miei viaggi in aereo si sono fermati l'11 settembre.  

 

Infine, no. Sono come ExLax il popolare lassativo americano. Ci vado semplicemente per far paura alla gente. Infatti, è tutto il piacere che posso provare.

 

Non ho bisogno di dire o di fare questo o quello. Resto in piedi e di tanto in tanto brontolo.  

 

Certo, quando sono all'aeroporto, delle persone vengono a trovarmi e mi pongono ogni genere di domande.

 

  

 

Non è il mio sacco è quello di mia moglie.

 

 

La domanda che mi si pone più spesso è: "Prendete anche voi il mio volo?".

 

La sicurezza mi pone di solito altre domande, del genere: "qualcuno dall'aria sospetta vi ha dato un oggetto da mettere nei vostri bagagli?".  

 

"Dall'aria sospetta! rispondo incredulo. Avete visto la mia famiglia, hanno tutti l'aria sospetta!"  

 

Oppure chiedono: "Questo sacco è vostro?". 

 

"No, non è il mio, è quello di mia moglie. Porta un Burca".

 

Ma come tutti i mariti commetto l'errore di cominciare a riflettere e chiedermi se non potrei risparmiare una metà del biglietto se mettessi mia moglie nel sacco.

 


Nessun diritto al ritorno

Tuttavia, ho viaggiato lo stesso una volta quest'anno. Pensavo di andare in Messico. Ma chi sa che El Al non è un nome Messicano? Sono atterrato in Israele.

 

Quando la Hostess nell'aereo è venuta a vedermi, mi ha domandato se desideravo qualcosa. Certo, ho risposto, "E cioè, la chiave delle mie manette".

 

Mi ha tolto le manette e sono andato alle toilette.

 

Conoscete certamente il seguito, ma non la totalità. Quando sono arrivato alle toilette dell'aereo, c'era già qualcuno. Non era segnato "occupato" sulla porta.

 

Invece di questo c'era scritto in inglese, in arabo ed in ebraico, "zona delle toilette contese".

 

L'avvocato e difensore zelante di Israele, Alan Alan Dershowitz, era stato messo di posta presso questi "wc contesi" nel caso che qualcuno si lamentasse. Era un buon lavoro. Sta scrivendo un libro su come i palestinesi sabotino il processo di pace chiedendo di utilizzare le toilette negli aerei.

 

Humour palestinien: La sécurité dans les aéroports du monde entierE quando sono tornato al mio posto, gli steward avevano dato la mia poltrona a qualcun altro.

 

Mi hanno detto che non mi avevano costretto ad abbandonarlo- l'ho fatto di mia iniziativa e di conseguenza non ho "diritto al ritorno".

 

Mi hanno chiesto di andar via. Ma si sono bloccati nelle loro argomentazioni, e cioè se aprendo la portiera quando l'aereo era in pieno volo, ciò avrebbe provocato lo schianto dell'aereo.

 

Ma poiché non c'era che "un" solo tipo del mio genere, non si poteva applicare "la punizione collettiva".

 

Mi hanno lasciato in piedi per il resto del viaggio.

 

 

 

  

 

 

Ray Hanania è un giornalista professionista ed un autore di commedie umoristiche pacifiste palestinese/americano. Vive negli Stati Uniti, è originario di una famigtlia cristiana di Gerusalemme, sposato con un'ebrea, e mette in pratica secondo quanto dice la coesistenza pacifica tra arabi ed ebrei. Ha cominciato i suoi sketch dopo gli avvenimenti del 11 settembre, lanciando la sua "jihad morale" contro tutti gli integralismi. Una voce palestinese per la pace.

  

   

  

[Traduzione di Ario Libert]

   

  

 
LINK a video su Ray Hanania su You Tube in inglese, francese e italiano:
 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : STORIA SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • STORIA  SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • : Blog di controinformazione storico-critica dei processi teorico-politici connessi alla cancellazione di culture, civiltà, eventi, saperi e personalità ritenuti non degni di considerazione da parte dell'establishment.
  • Contatti

Profilo

  • Ario Libert
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale

Testo Libero

Link