Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 aprile 2010 5 16 /04 /aprile /2010 13:51

Bloody US Bastards

 

  

Video Choc Del Mitragliamento di Giornalisti e Civili Iracheni

 

 

Wikileaks.jpg

 

 

Cliccare qui per vedere il Video

 

 

Il sito di Wikileaks ha posto in rete un video girato dalla una postazione di tiro di un elicottero Apache US. Questi mitragliamenti "live" di giornalisti e civili iracheni costituiscono dei crimini di guerra commessi il 12 luglio 2007 e sino ad allora nascosti al pubblico. Attenzione le immagini sono traumatiche.
 
Mentre il branco di cani mediatici organizza una curia papale per fare diversione e nascondere i crimini di guerra commessi dall'esercito americano in tutta impunità, il sito di Wikileaks- che è stato fatto di recente oggetto di attacchi dei servizi della sicurezza interna americanofasciste- ha posto in rete un video classificato topo secret dall'esercito USA descrivente dal vivo il massacro di più di una dozzina di persone in un quartiere della periferia di Bagdad tra cui due giornalisti di Reuters.
 
Reuters ha cercato invano dall'attacco del 12 luglio 2007 di ottenere il video utilizzando il Freedom of Information Act. Il video girato dalla postazione di tiro di un elicottero Apache mostra chiaramente il massacro perpetrato a sangue freddo mentre nessuna delle persone abbattute rappresentava una minaccia e come quei cani di Yankee in uniforme hanno finito il giornalista di Reuters mentre delle persone gli portavano soccorso uccidendo i soccorritori e ferendo gravemente due bambini iracheni che si trovavano nel veicolo .
 
L'esercito americano ha sceintemente mentito su questi massacri come su altri d'altronde come si è potuto constatare in Afghanistan dove diverse persone sono state abbattute tra cui due donne incinte ed un'adolescente, durante un raid americano.
 
In Iraq l'esercito americano è arrivato persino a discolparsi dopo aver condotto condotto un simulacro di inchiesta concludendo che gli atti di questi soldati- che durante tutta la durata del video udiamo e le cui parole suonano in modo osceno in rapporto alle immagini che si vedono- erano conformi alle regole di coinvolgimento di un conflitto armato e all esue proprie "regole di coinvolgimento". Il che è evidentemente falso come il video prova.
 
Affinché questo punto sia chiaro, Wikileaks ha pubblicato le regole di coinvolgimento classificate top secret- per il 2006-2007- 2008- dunque prima durante e dopo i massacri.
 
Il sito ha anche pubblicato la versione video di 38 minuti ed una versione più corta con un'analisi di presentazione. Dei sottotitoli (in inglese) sono stati aggiunti nelle due versioni che riportano le conversazioni via radio dei militari.
 
Wikileaks ha ottenuto questo video così come dei documenti di accompagnamento di diversi "whistleblowers" militari- persone che rivelano delle informazioni top secret a volte a rischio della loro vita o della loro carriera). Wikileaks ha verificato le informazioni ricevute con dei testimoni e dei giornalisti direttamente implicati in quest'affare.
 
Pubblicando tali informazioni, Wilileaks tiene a che esse siano accolte con tutta l'attenzione che meritano informazioni che sfortunatamente i media di massa occultano.
 
In questo caso particolare, due delle persone uccide erano dei giornalisti onesti come ne esistono ancora pochi che fanno semplicemente il loro mestiere mettendo la loro vita in pericolo per informare su quanto accade realmente in un paese che rimane occupato ed in guerra.
 
L'Iraq è un paese pericoloso per i giornalisti integri che vogliono fare il loro mestiere onestamente.
 
Dal 2003 al 2009, 139 giornalisti sono stati uccisi nell'esercizio della loro professione.
 
Mireille Delamarre
 
[Traduzione di Ario Libert] 
 
 
LINK al post originale:

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : STORIA SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • STORIA  SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • : Blog di controinformazione storico-critica dei processi teorico-politici connessi alla cancellazione di culture, civiltà, eventi, saperi e personalità ritenuti non degni di considerazione da parte dell'establishment.
  • Contatti

Profilo

  • Ario Libert
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale

Testo Libero

Link