Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
13 ottobre 2011 4 13 /10 /ottobre /2011 00:00

Per i Greci la misura è colma: sciopero generale il 19 ottobre!


 

grecia1.jpgFoto: Reuters John Kolesidis

 

 

Decine di migliaia di persone hanno manifestato ad Atene per denunciare le misure di austerità, e hanno stabilito una data per un nuovo sciopero generale il 19 ottobre.

 

È il primo sciopero di una certa ampiezza dall'estate. Ieri, Atene ha vissuto una giornata al rallentatore. I trasporti in comune e gli aeroporti sono stati interrotti. Le scuole, i musei, le percezioni e le corti sono stati chiusi. Gli ospedali hanno assicurato un servizio minimo.

 

Alla chiamata delle due principali centrali sindacati del paese, per ADEDY il servizio pubblico e GSEE per il settore privato, decine di migliaia di persone sono scese nelle strade della capitale. A Salonicco, la seconda città della Grecia, erano almeno 10.000.


Migliaia di giovani hanno aderito al movimento

 


 Migliaia di giovani e studenti hanno aderito al movimento. "Vogliamo libri, insegnanti, scuole", hanno cantato. "No alla disoccupazione parziale, che equivale al licenziamento", proclamava lo striscione del grande sindacato pubblico Adedy, in testa al corteo. Molti funzionari come quelli dei ministeri della Cultura, delle Finanze, dello Sviluppo e degli impiegati delle ferroviarie e delle imprese pubbliche per la gestione dell'acqua (Eydap), sventolato bandiere nere. "No alla disoccupazione parziale, no ai licenziamenti, no alla miseria"  si poteva leggere sullo striscione dei funzionari del Ministero dello Sviluppo.

 

A margine della manifestazione, gli scontri hanno opposto le forze anti-sommossa ed i giovani mascherati che lanciavano delle bottiglie e delle pietre. Almeno due manifestanti sono stati feriti ed anche un fotografo dell'Agenzia France-Presse, colpito in volto dallo scudo di un poliziotto.

 


30 000 dipendenti minacciati di disoccupazione


I dipendenti pubblici hanno protestato contro il provvedimento del governo più recenti, istituiti sotto la pressione della troika (Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale, Unione Europea) per ridurre il debito. Ha lo scopo di licenziamenti 30.000 dipendenti.

 

 

Questo personale messo in "riserva" non riceverà più del 60% del proprio stipendio, prima di essere posto in pensione. Lo stipendio dei dipendenti era già stato ridotto del 15% lo scorso anno. Alla fine, il governo vorrebbe sbarazzarsi di 150.000 persone tra il 2015 su di un totale di 750.000 dipendenti. "Il personale è sceso in strada perché sono loro ad essere maggiormente a rischio, dopo aver subito più del 20% dei tagli dei salari a causa dell'austerità, e ora saranno posti in disoccupazione parziale", ha spiegato a AFP Frosso Iliopoulou, impiegato presso l'Agenzia nazionale per i medicinali (EOF).

 

"Purtroppo, le nuove misure non fanno altro che prolungare le politiche ingiuste e barbare che prosciugano i diritti e i redditi dei lavoratori e spingono a far crescere un po' più l'economia nella recessione e nel debito", ha dichiarato Stathis Anestis, portavoce della GSEE, del sindacato dei privati. "Di fronte a questo sciopero, il governo, l'UE e il FMI saranno costretti a riconsiderare le loro politiche disastrose", egli ha aggiunto. Non sicuro che ciò basti. Ma i greci non vogliono rinunciarci. Uno sciopero generale, con i dipendenti del settore privato, è prevista per il 19 ottobre.


L'FMI ​​esprime dubbi


In risposta alle richieste di aiuto lanciata dai manifestanti, il direttore per l'Europa del Fondo Monetario Internazionale, Antonio Borges, ha detto il 6 ottobre a Bruxelles che il secondo piano di salvataggio della Grecia (159 miliardi), deciso il 21 luglio dalla UE, dovrebbe essere riesaminato per concentrarsi maggiormente sulla sostenibilità del debito del paese e su un rilancio della crescita. "Di conseguenza, dobbiamo cambiare le nostre politiche economiche", ha egli affermato. "Voler raggiungere degli obiettivi numerici in materia di deficit non deve compiersi a rischio di una contrazione su grande scala dell'attività economica", scrive il FMI in un rapporto pubblicato a Bruxelles.

 

Damien Rouste

 

 

 

LINK:

 Pour les Grecs, les coupes sont pleines: grève générale le 19 octobre! 

Condividi post

Repost 0
Published by Ario Libert - in Informazione soppressa
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : STORIA SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • STORIA  SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • : Blog di controinformazione storico-critica dei processi teorico-politici connessi alla cancellazione di culture, civiltà, eventi, saperi e personalità ritenuti non degni di considerazione da parte dell'establishment.
  • Contatti

Profilo

  • Ario Libert
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale

Testo Libero

Link