Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 luglio 2011 5 29 /07 /luglio /2011 17:05

Gli indignati sono scesi in strada in tutto il mondo malgrado la repressione

 

 

 

 
Un mondo una rivoluzione 

 


Ovunque nel mondo, gli indignati sono scesi in strada domanica 19 giugno per chiedere una Reale democrazia e denunciare il patto dell'euro.


Da 260mila a 500 mila indignati a Barcellona!


È il più grande numero del giorno, più di 500 mila persone hanno manifestato a Barcellona secondo l'agenzia di stampa Catalana Sirius, 260 mila secondo la televisione Catalana. La polizia regionale in quanto ad essa non ha parlato che di 50 mila manifestanti.



Gli indignati di Bruxelles hanno marciato verso il Parlamento Europeo

 

indignati_bruxelles.jpg

    Bruxelles (foto Rafacereceda)

 

Un migliaio di cittadini di Bruxelles si sono mobilitati per raggiungere piazza Flagey, nel cuore della capitale, verso le ore 14.00. Progressivamente raggiunti da numerosi altri, hanno iniziato una marcia verso Place du Luxembourg dove doveva tenersi un'assemblea popolare alle ore 19.00.

 

 

Manifestazione a Bruxelles davanti al parlamento

Tra le numerose rivendicazioni del movimento, L'Euro-Patto, il suo carattere anti-democratico e le sue conseguenze drammatiche sul futuro dei cittadini europei è presso di mira. Lungo il percorso, le forze dell'ordine bloccano tutti gli accessi alle strade vicine, contenendo, canalizzando la folla che, dobbiamo notare, non può essere più pacifica di così. "Un modo per comprimere la libertà di espressione popolare nella strettoia di una via", secondo un cittadino sulla piazza. Gli slogan sono ripresi energicamente dalla folla: Dans la rue, avec nous! [Sulla strada, con noi!], Solidarité avec les peuples du monde! [Solidarietà con i popoli del mondo!]. Tuttavia, i partecipanti hanno scelto di non obbedire, affrontando l apolizia, molto determinata ad impedire che la marcia si amplificasse nei quartieri delal città, spingendo l'aasurdo sino ad esempio a bloccare il passaggio ad un bambino chereggeva un cartello destinato a difendere il mantenimento del giardino creato in Place du Carré de Moscou.

Ore 15.40, dall'alto di rue Malibran, ci si può rendere conto della folla che si estende sino a Place Flagey. Il rullo dei tamburi e gli appelli a scendere per raggiungerli nelle strade di moltiplicano. Numerosi residenti sono alla finestra ed applaudono all'iniziativa del movimento.
Allo stesso tempo, a Madrid, 6 cortei ciascuno di molte migliaia di manifestanti  si dirigono verso il Parlamento: Sulla Piazza Nettuno, A Madrid, la polizia annuncia una cifra di 40 mila indignati. In molte decine di migliaia di città in Spagna, anche lì migliaia se non decine di migliaia sono lì a manifestare!
 


 

 

 

 

 

 

 



 

Mappa delle manifestazioni del giorno nel mondo:
http://www.thetechnoant.info/19j/

 


Des nouvelles en direct du rassemblement de Liège :
https://bxl.indymedia.org/articles/1849

 

 

17.00 : Un'assemblea popolare si tiene in quel momento a Bruxelles all'interno della stazione del Lussemburgo, vicino alle istituzioni europee. Delle persone prendono l'iniziativa di tradurre quanto viene detto in francese e fiammingo. Vengono presentati dei resoconti sull'attualità del movimento in Grecia ed in Spagna.

 



Le uscite della stazione del Lussemburgo sono bloccate dalla polizia. Secondo delle persone presenti sul posto, una sola uscita è disponibile. È da chiedersi qual è l'interesse delle autorità di accerchiare e bloccare questo raduno popolare, tanto più che quest'ultimo si svolge nel più pacifico dei modi possibili? Provocazione? Volontà di controllare e di neutralizzare questa presa di coscienza cittadina?

 


17h25: A Parigi, l’assembléa generale che raduna circa 500 persone è accerchiata da un gran numero di CRS, i turisti sono gentilmente invitati a lasciare i luoghi dai poliziotti.

 

 

 


  Crédit photo Maryline Guitton

 

17h45: I sostenitori del movimento sarebbero stati avvertiti e sarebbero in marcia verso il commisariato. 

 

Ad Atene, sono decine di migliaia ad essersi radunati davanti al parlamento come tutte le sere da molte settimane!

 


17h46: Secondo la RTBF, la polizia avrebbe fatto uso di gas lacrimogeno sin dall'inizio della marcia: link

 

E secondo il quotidiamo "Le Soir": link


 

17h50 : En direct de l’Acampada del Sol à Madrid: link

 

 

http://www.livestream.com/spanishrevolutionsol On peut entendre scander : « Television: manipulacion ! »

 

18h35 : Les violences policières seraient importantes et les arrestations se compteraient par dizaines à Paris. Une centaine de personne serait ainsi enfermée dans 2 fourgons. Les femmes arretées ont été emmenées dans le commissariat du 12 ème arrondissement et les hommes dans le commissariat dans le 18 ème arrondissement. Des manifestants tentent de se réunir devant ces bâtiments mais sont rapidement repoussés par la police.


18h50 : L’appel global aux rassemblements semble avoir été entendu. Des centaines de milliers de citoyens se sont mobilisés à travers la planète. Cette journée et les échos non négligeables dont elle aura été le théatre contribueront sans nul doute à alimenter les espoirs de ce mouvement dans les jours et les semaines à venir.

 

Quelques chiffres:

260 000 à 500 000 à Barcelone, 70 000 personnes ont manifesté à Madrid, des dizaines de milliers à Athènes, 1000 à Bruxelles, 500 à Paris (auquel ajouter autant de CRS)

 

Badi BALTAZAR et Actualutte

 

 

LINK al post originale:

 

Les indignés ont pris la rue à travers le monde malgré la répression

Condividi post

Repost 0
Published by Ario Libert - in Informazione soppressa
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : STORIA SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • STORIA  SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • : Blog di controinformazione storico-critica dei processi teorico-politici connessi alla cancellazione di culture, civiltà, eventi, saperi e personalità ritenuti non degni di considerazione da parte dell'establishment.
  • Contatti

Profilo

  • Ario Libert
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale

Testo Libero

Link