Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 febbraio 2014 1 03 /02 /febbraio /2014 07:00

Matriarcato Cucuteni, Romania: una grande civiltà urbana della Dea, del Serpente e del Toro

La cultura di Cucuteni-Trypillia, conosciuta anche come cultura di cucutenicultura di Tripolye e cultura di Trypillia, secondo che si adotti un punto di vista rumeno (Cucuteni), russo (Триполье) o ucraino (Трипілля), era una cultura neolitica del V-IV millennio a. C., localizzata intorno allo Dniestr sino al Dniepr, dove diede nascita nella regione di Tcherkassy sin dal 3700 a. C. a degli agglomerati proto-urbani di estensione considerevoli per l'epoca.
cucuteni-4050-3900bc.jpg
La dea, il serpente e il toro

Dal punto di vista economico e sociale, la cultura Cucuteni-Trypillian era una società matriarcale pacifista e non gerarchizzata secondo certi ricercatori. La loro religione era centrata intorno alla Grande Dea Madre che era un simbolo della maternità e la fertilità agricola. Anche il toro era adorato come forza, fertilità e cielo, e un serpente ritenuto l'eternità e l'eterno movimento.cucuteni3950-3650.png

Delle città di 15.000 abitanti

In Romania, sono i Cucuteni, in Ucraina, sono i Trypilliani e in Russia, sono o Tripolie: una cultura che è fiorita alla fine del Neolitico tra 5500 e 2750 a. C. Al loro apogeo, la società Cucuteni-Trypillian costruiva il più grande neolitico in Europa, con alcuni insediamenti sino a 15.000 persone. Uno dei più importanti misteri di questa cultura è che ogni 60-80 anni essa bruciava i suoi villaggi e li ricostruiva sopra l'antico. La cultura Cucuteni-Typillian era matrilineare, le donne erano i capi famiglia ed eseguivano anche il lavoro agricolo e il vasellame, quello tessile e l'abbigliamento. Gli uomini erano cacciatori, si occupavano degli attrezzi ed erano invaricati degli animali domestici.

Delle vestigia contemporanee

Ancora durante il XIX secolo la dote di una figlia ucraina doveva essere accompagnata con delle Bambole Motanka (Poupées Motanka). Come le divinità antiche, la bambola si occupava del benessere della famiglia, era un talismano antico che si ritrovava nella famiglia ucraina. Gli antenati credevano che l'anima della madre o della nonna ritornassero nella bambola - eco del culto matriarcale che dominava durante questa civiltà.

[Traduzione di Ario LIbert]

Condividi post

Repost 0
Published by Ario Libert - in Gilania
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : STORIA SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • STORIA  SOPPRESSA. Blog di storiografia e critica ideologica libertaria
  • : Blog di controinformazione storico-critica dei processi teorico-politici connessi alla cancellazione di culture, civiltà, eventi, saperi e personalità ritenuti non degni di considerazione da parte dell'establishment.
  • Contatti

Profilo

  • Ario Libert
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale
  • Amante e ricercatore della verità storica e sociale

Testo Libero

Link